Percorso antiviolenza per uomini

- Hai difficoltà ad esprimere le tue emozioni e a controllare la rabbia?
- Pensi che, a causa del tuo comportamento, le persone che hai vicino possano soffrire o avere paura di te?
- Hai paura di perdere i tuoi affetti più cari? Di essere lasciato o di non poter stare con i tuoi figli?
- Ti spaventa il pensiero di restare solo e di avere tutti contro?
- Pensi di deludere le persone che hai vicino perché non riesci a mantenere il tuo impegno di cambiare? 

"Ci sono sempre due scelte nella vita: accettare le condizioni in cui viviamo o assumersi la responsabilità di cambiarle"
(Denis Waitley)

img01
img01

LA VIOLENZA NON È LA SOLUZIONE MA IL PROBLEMA

Inizia tutto gradualmente, spesso con lunghi silenzi colmi di risentimento e disprezzo, alternati da parole taglienti che feriscono e lasciano il segno e da atteggiamenti di potere per dimostrare da che parte sta la ragione. Si parte spesso con un’offesa, uno spintone o uno schiaffo per poi spesso arrivare alle mani.

Quando s’ instaura una modalità relazionale di questo tipo viene meno il rispetto, la comunicazione, la parità , non c’è più desiderio di condivisione, bensì di controllo. Il rischio è quello di diventare vittima di te stesso, delle tue paure e del bisogno costante di essere rassicurato del tuo valore.

Ogni coppia ha dei momenti difficili, i suoi conflitti più o meno accesi. È possibile anche provare delusione, frustrazione e rabbia verso la compagna ma i problemi non possono e non devono essere risolti con l’uso della violenza e del controllo….ci sono delle alternative!

SE SI VUOLE CAMBIARE QUALCOSA BISOGNA INIZIARE DA SE STESSI

Molti uomini non si riconoscono violenti, anche se insultano, umiliano, offendono, minacciano, costringono, controllano o picchiano la propria compagna. Anche se ammettono di aver fatto qualcosa di violento, continuano a dare la colpa alla compagna o ad altri, allo stress o al loro passato. Forse è capitato anche a te di pensare: “mi provoca lo fa apposta” o “mi ha fatto arrabbiare e sono esploso” o “non sa fare niente, devo pensare a tutto io”  o “sono stressato, ho problemi di lavoro” o “sono io la vittima”. Riconoscere la violenza è il primo passo che puoi fare perchè il cammino per liberarti  da essa è lungo e faticoso. Sei solo tu che puoi scegliere come comportarti. Con il giusto sostegno puoi imparare a fare scelte diverse per migliorare la situazione per te stesso e per le persone che hai vicino.


CHIEDERE AIUTO

L’esperienza ci porta a dire che ogni uomo ha bisogno di relazioni caratterizzate da passione e sentimento, di legami  forti e sicuri con la compagna e con i figli; vuole riconoscersi come un punto di riferimento positivo e dare protezione ma, a volte, il suo comportamento gli impedisce di essere quello che vorrebbe.

Spesso si è convinti di bastare a se stessi: “devo farcela da solo” è la frase ricorrente nella mente di ogni uomo. Chiedere aiuto non è facile, costa fatica, può creare imbarazzo, ma non è segno di debolezza, bensì di forza; la forza di riconoscere un problema e decidere di affrontarlo, la forza di impegnarsi per cambiare con pazienza e determinazione.

Chiedere aiuto significa riconoscere di avere un problema e di volerlo affrontare; è il primo passo per realizzare un cambiamento nella propria vita e in quella delle persone che amiamo.


IL PERCORSO

“Cambiamenti” è un percorso che ti offre uno spazio di ascolto e di aiuto garantendoti la massima riservatezza. Si tratta di un intervento che agisce in un’ottica di prevenzione, per renderti più consapevole del tuo comportamento ed aiutarti a sviluppare risorse alternative alla violenza.


Noi pensiamo che la violenza sia nella maggior parte dei casi frutto di una scelta e che le persone che agiscono questi comportamenti possano imparare a comportarsi diversamente, anche attraverso una messa in discussione del proprio modo di vedere se stessi, il rapporto tra uomini e donne e i diversi modi di affrontare sia le difficoltà che la vita quotidiana.


Proponiamo degli incontri di gruppo con persone che hanno le tue stesse difficoltà, condotti da due professionisti (un uomo e una donna) con una formazione specifica.

Chiama

Non esiste l’uomo che non deve chiedere mai, esistono invece uomini che possono chiedere aiuto, in molti l’hanno già fatto. Contattaci.

Le persone interessate a partecipare al gruppo e i servizi che intendono avere maggiori informazioni possono telefonare al numero:
tel. 335.1802162

Stiamo effettivamente distruggendo noi stessi per mezzo di una violenza mascherata da amore.

(Ronald David Laing)